Visite guidate a Barletta

Home » Visite guidate » Visite guidate a Barletta

Il castello svevo da visitare duarante una vista guidata a BarlettaLa città di Barletta è conosciuta come la Città della Disfida, quando il 13 febbraio del 1503, nella famosa Cantina della Disfida, il capitano francese La Motte lanciò il guanto di sfida a l’italiano Ettore Fieramosca, che gloriosamente vinse.

Il territorio su cui si sviluppa Barletta risulta essere frequentato da età preistorica, infatti sono numerosi i ritrovamenti risalenti al Paleolitico. Il primo nucleo urbano ad ogni modo risale al IX secolo, quando ospitò gli abitanti di Canosa fuggiti alle scorrerie saracene e poi nel 1083 quando conobbe un trasferimento originario da Canne in seguito alla distruzione di questa ad opera di Roberto il Guiscardo. Nell’XI secolo la città di Barletta diventò una roccaforte militare con la conquista di Pietro I il Normanno. Nel 1228 Federico II di Svevia dal Castello annunciò la partenza per la sesta crociata. La città di Barletta infatti si contraddistingue anche nel suo possente Castello Svevo, il risultato architettonico di una serie di stratificazioni dovute al susseguirsi di diverse dinastie salite al potere dall’XI secolo al XVII. Nato infatti come fortezza difensiva, oggi il castello conserva il Busto di Federico II di Svevia, risalente al XIII secolo e il Sarcofago degli Apostoli, altorilievo in pietra, prima testimonianza della religione cristiana a Barletta.

Possente e unica è la Cattedrale di Barletta dedicata a Santa Maria Maggiore, costruita in epoca romanica e rimaneggiata secondo il gusto gotico, conserva nei suoi sotterranei una vasta aera archeologica attribuibile alla vecchia fondazione paleocristiana.

Simbolo della città è la Statua bronzea de il Colosso, che si erge sul fianco della Chiesa del Santo Sepolcro, fortemente caratterizzato nei tratti fisiognomici, dinamico e possente, esso rappresenta quella manifestazione diretta ed evidente del potere imperiale.

Altro interessante luogo d’interesse di Barletta è il Palazzo della Marra, splendido esempio di architettura cinque-seicentesca nobiliare barlettana. Spettacolare è il balcone sorretto da 5 mensole ornate da mostri, cani e grifi terminanti con mascheroni con la bocca aperta. La ricca decorazione della loggia ripropone temi allegorici delle stagioni della vita.  Il palazzo oggi è sede definitiva della Pinacoteca Giuseppe De Nittis, istituita in seguito alla donazione di 172 fra dipinti, pastelli e incisioni donati a Barletta dalla moglie di De Nitts, Léontine Gruvelle.

Sei interessato ad una visita guidata a Barletta? Contattaci

In aggiornamento

In aggiornamento

In aggiornamento