Una biblioteca sul mare: nasce ‘Bari social boat’

16 Maggio 2019

Una barca a vela confiscata alla mafia diventa una biblioteca galleggiante, un presidio di cultura e di legalità grazie all’impegno di 12 ragazzi coinvolti in un progetto di formazione professionalizzante finanziato dal dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità.

Prende il nome di ‘Bari Social Boat’, l’iniziativa presentata nella darsena Mar di Levante nel porto di Bari, frutto della collaborazione fra il Centro Giustizia Minorile per la Puglia e la Basilicata e l’assessorato al Welfare del Comune di Bari.

Il progetto, realizzato in rete con Bari Social Book nell’ambito del bando “Città che legge” 2018, prevede l’istituzione della prima “Biblioteca a vela sul Mare” su una barca a vela da 12 metri confiscata alla mafia, che sarà totalmente restaurata al termine di un progetto di formazione professionalizzante istituito in favore di minori e giovani adulti coinvolti nel circuito penale.

La barca, sarà una vera e propria mini biblioteca sul mare e ospiterà una dotazione libraria totalmente dedicata ai temi del viaggio, mare e accoglienza, e inoltre accoglierà supporti informatici per la consultazione di materiale multimediale, al fine di promuovere una lettura consapevole e differenziate, sia nel periodo invernale che estivo.

Le attività di ripristino e restauro dell’imbarcazione sono cominciate  già nei primi giorni di maggio con il coinvolgimento di 12 ragazzi, organizzati in tre gruppi, per concludersi entro la mensilità di giugno. I lavori quindi dureranno sino a luglio. Contemporaneamente a cura dell’assessorato al Welfare partirà la raccolta e lo studio di allestimento della biblioteca con testi cartacei ed e-book.

Il calendario delle iniziative che coinvolgeranno l’imbarcazione è già pienissimo e variegato: da ottobre a maggio, Bari Social Boat ospiterà un’attività mensile di promozione della lettura in porto, mentre per tutto il mese estivo sarà sede di incontri e attività di promozione della lettura  tra cui letture ad alta voce, letture in kamishibai, racconta storie e fabulazioni teatrali, proposti in navigazione lungo il litorale metropolitano. Inoltre, nell’ambito della terza edizione del Festival del libro sociale e di comunità, ospiterà autori e autrici, illustratori e illustratrici.

Tutte queste attività hanno una grandissima valenza culturale, ludico – sportiva, di orientamento e sensibilizzazione, poiché saranno proposti e attuati programmi di avvicinamento alle storie narrate “sul” mare e “dal” mare, secondo il punto di vista di autori locali e internazionali.

La dimensione ludico-sportiva sarà promossa attraverso l’organizzazione d’incontri con personaggi e testimonial del mondo degli sport nautici, e con la partecipazione ad eventi e manifestazioni, in affiancamento a sportivi e team professionistici. Saranno organizzati, inoltre, calendari di mini crociere per piccoli gruppi sul litorale metropolitano.

Una iniziativa sicuramente stimolante che attrarrà tutte le generazioni perché permetterà di scoprire Bari in una veste completamente nuova, dal mare, da sempre vera ricchezza per il capoluogo metropolitano.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *