Visite guidate a Bari

Home » Visite guidate » Visite guidate a Bari
Visita guidata a Bari, Basilica di San Nicola

Visite guidate a Bari per conoscere questa bellissima città e la sua storia. Le reliquie del santo ortodosso Nicola, trasferite a Bari nel 1089 scandiscono i lavori della Basilica a Lui dedicata. La basilica era cosi imponente e il Santo tanto venerato sia Occidente che in Oriente, che persino Guglielmo il Malo la risparmiò la distruzione dell’edificio nel 1156, anno in cui Bari fu devastata dall’assedio del conquistatore.
La città di Bari fu ricostruita dai successivi dominatori che ne hanno lasciato le tracce. Infatti, passata agli Svevi con Federico II (metà del XIII secolo), Bari trascorre uno dei momenti più splendidi della sua storia. il sovrano avviò la ricostruzione del Castello Normanno-Svevo potenziandone le mura, diede un notevole impulso all’aspetto commerciale della città con la costruzione del nuovo porto, nonché alla fioritura nella sua corte delle arti e della cultura.
Passando ai D’Angiò tra XIII e XIV secolo e nel secolo successivo agli Aragonesi, Bari conobbe un ulteriore momento di cambiamento, subendo nel 1349 l’assedio e l’occupazione ungherese. Nel 1464 Bari fu donata a Maria Sforza, e da Isabella Sforza, vedova di Gian Galeazzo, risiedendo a Bari fino alla morte nel 1524, periodo in cui ebbe nuovo splendore rinascimentale. Con la dominazione spagnola tra il XVI e il XVIII secolo si segnò la decadenza economica della città, risollevata poi con Carlo di Borbone, re delle Due Sicilie tra il 1735 e il 1759. Bari su segnata anche dell’invasione del 1799, evento nel quale seppe difendere eroicamente la libertà repubblicana contro i sanfedisti. Nel 1813 con Gioacchino Murat ebbe inizio il suo maggiore sviluppo, allargandosi la città oltre le mura medioevali.
Caratteristico di Bari è infatti la città vecchia, con i sui affascinati vicoli e le sue bellissime piazze, ricchi di monumenti testimoni del passato barese. Non da meno della Basilica, ritroviamo la Cattedrale di San Sabino, esempio dell’architettura romanica in Puglia.

La visita al Castello Svevo di Bari

Il Castello Svevo di Bari sorge sui resti di strutture bizantine. E’ il risultato di diverse fasi edilizie comprese tra il XII e il XVI secolo. E’ di impianto normanno poi è stato rimaneggiato da Federico II di Svevia e trasformato nel corso del tempo in una raffinata corte rinascimentale. Oggi è sede della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Provincia di Bari.

La visita alla Basilica di San Nicola

La Basilica di San Nicola è simbolo della città di Bari attrae da sempre un turismo e religioso. Cattolici e ortodossi devoti a San Nicola venerano qui il Santo in una delle poche delle poche chiese al mondo in cui si celebrano riti di due religioni, quella cristiana e quella ortodossa. In occasione della festa della dedicata al Santo, ogni 9 maggio, si ravviva il miracolo della manna.

La visita alla Cattedrale di San Sabino

La Cattedrale di San Sabino è un altro luogo di culto importante della città di Bari. E’ stata costruita ispirandosi alla Basilica di San Nicola. Sotto la cattedrale sono presenti i resti di un’antica chiesa paleocristiana. Come la Basilica di San Nicola, anche la Cattedrale di San Sabino è uno degli esempi di eccellenza dello stile romanico pugliese.

Sei interessato ad una visita guidata Bari? Chiedi informazioni

In aggiornamento

In aggiornamento

In aggiornamento