Bari e un Van Gogh i-tech: si inaugura domani la mostra

5 dicembre 2018

mostra di Van Gogh a Bari

 

Dopo Australia, Stati Uniti, Russia e oltre 500mila presenze in Italia, la mostra «Van Gogh Alive – The Experience» fa tappa nel nostro capoluogo di provincia, Bari, all’interno del rinnovato teatro Margherita, ormai chiuso al pubblico da ben 38 anni.

Si inaugura domani 6 dicembre, dalle alle 7 e resta aperta fino a mezzanotte, per il primo giorno, l’attesa mostra su Van Gogh, che si preannuncia essere un allestimento hi-tech che omaggia il pittore fiammingo, non attraverso l’esposizione di quadri originali, operazione pressoché impossibile, ma attraverso una esperienza sensoriale totalmente immersiva. Van Gogh alive è infatti un modo innovativo di approcciare l’arte, attraverso gigantesche proiezioni, che porteranno girasoli e notti stellate sui muri, sulle colonne e sui pavimenti. Tale risultato è ottenuto grazie alla tecnologia Sensory4, che raccoglie oltre 3mila immagini delle opere di Van Gogh e le mostra per la prima volta in grandi dimensioni, su superfici appositamente realizzate per restituire un’esperienza unica nel mondo dell’arte, tramite l’utilizzo di 50 proiettori ad alta definizione. Il visitatore sarà altresì coinvolto anche col senso dell’udito, perché in tutte le stanze risuonerà una accurata selezione di musica classica con brani di Vivaldi, Lalo, Schubert, Bach, Saint-Saëns, Debussy, Tchaikowskij e Handel.

L’itinerario sul pittore si incentrerà in particolar modo sul decennio che va dal 1880 al 1890, durante il quale Van Gogh viaggiò da Parigi a Saint-Rémy fino ad Auvers-sur-Oise. Van Gogh Alive – The experience è prodotta da Cube comunicazione e Time 4 Fun, e ideata da Grande exhibitions vede il patrocinio dell’assessorato all’industria turistica e culturale della Regione Puglia e.il Comune di Bari. Ha ricevuto il sostegno di Auriga, Banca Popolare di Bari, Primiceri, Nuova Orsud e AN-Light.

Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha così esordito «Il 6 dicembre prossimo sarà una giornata incredibile, tra celebrazioni di San Nicola fin dall’alba, riapertura del Margherita con questa straordinaria mostra di Van Gogh, decennale della ricostruzione del Teatro Petruzzelli con un grande evento aperto a tutti. Mi auguro che questa città bellissima, capoluogo di una regione che è davvero unica e ricca di scenari, sappia rafforzare sempre più una identità fondata sulle attività culturali».

La mostra, quindi, permetterà la visione di uno dei teatri più belli della città di Bari,  il “Margherita”, unico in tutto la città. Infatti fu edificato tra il 1912 ed il 1914 nell’ansa del vecchio porto su pilastri fondati nel mare, per eludere il patto siglato tra il Comune di Bari e la famiglia Petruzzelli secondo il quale l’amministrazione s’impegnava a non realizzare altri teatri sul suolo comunale, ad eccezione delle costruzioni sul mare. In restauro dal 2009, domani aprirà i battenti e anche il sindaco di Bari Antonio Decaro ha annunciato «Con la ristrutturazione del teatro Margherita abbiamo uno spazio completamente riqualificato e rifunzionalizzato a disposizione della città che diventa il polo delle arti contemporanee, riaperto con un mostra i-Tech su Van Gogh che sarà un regalo di Natale ai baresi ma attrattiva per tante persone che verranno anche da fuori regione. Abbiamo vinto una sfida con la Regione e con il Ministero dei Beni culturali e abbiamo dimostrato che quando facciamo squadra otteniamo risultati importanti».

La mostra sarà visitabile per due mesi a partire dal 6 dicembre, festa di San Nicola, dalle 9 alle 19 dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 22 dal venerdì alla domenica. Il costo dei biglietti varia tra gli 8 e i 14 euro, ingresso gratuito per i minori di 6 anni.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *